Target group e beneficiari

SymfoS applica un approccio sistemico focalizzato su 4 target group:

  1. Giovani (tra i 15 e i 25 anni) che affrontano problemi a scuola o nel mercato del lavoro (con poche qualifiche, in cerca di lavoro, che hanno abbandonato gli studi, NEET). La definizione è volutamente ampia per garantire maggiore inclusione, ma sarà specificata in base alle esigenze regionali. Gli scopi perseguiti sono un supporto efficace nella motivazione e nella definizione degli obiettivi, per scoprire risorse ‘‘nascoste”, accrescere la responsabilità personale e potenziare la rete sociale attraverso il ‘‘buddy system”. L’uso del linguaggio universale dei simboli al posto della scrittura aiuterà a superare la resistenza nella partecipazione attiva nella risoluzione individuale dei problemi.
  2. Responsabili dell’orientamento professionale, nel settore dell’educazione e della formazione professionale, ONG, centri giovanili e scuole: per via dell‘assenza di programmi obbligatori c’è spesso una mancanza di conoscenza metodologica e di strumenti per occuparsi dei giovani svantaggiati. SymfoS intende supportare questo gruppo con un approccio olistico, centrato sui bisogni individuali e sugli obiettivi dei giovani e volto a rafforzare il potenziale autosostegno dei clienti e dei gruppi dei pari. Ciò porta ad una migliore qualità e tassi di successo più elevati dei processi di consulenza.
  3. Decisori nel settore dell’educazione e della formazione professionale, ONG, centri giovanili e scuole: la principale lezione appresa dai progetti precedenti è quella di includerli nelle prime fasi di progetto. Chi si occupa di orientamento necessita di un quadro adeguato (autorizzazione, risorse, controllo di qualità, impegno da parte dei dirigenti) per lavorare correttamente; ciò dev’essere incluso nella programmazione di nuovi servizi dalle organizzazioni e nelle proposte per il finanziamento pubblico. SymfoS creerà un dialogo con i dirigenti e fornirà loro checklist e modelli di business (su come presentare questo approccio agli organi di finanziamento).
  4. Decisori politici nel settore dell’educazione responsabili degli strumenti di riconoscimento delle abilità e delle qualifiche saranno coinvolti a due diversi livelli:
    Accreditamento o certificazione del curriculum del training per trainer e il riconoscimento dei risultati dell’apprendimento per i giovani. Poiché al momento ci sono molte iniziative nei Paesi partner (come “Ausbildungsgarantie” in AT, “Youth Guarantee” in IE e GR, “Jobs Act” in IT, “Strategy on Entrepreneurship and Youth Employment” in ES) vediamo la necessità di puntare all’aiuto individuale di giovani svantaggiati. Queste strategie infatti spesso non funzionano con i clienti che affrontano molteplici ostacoli alla partecipazione nel mondo del lavoro e richiedono un maggiore aiuto individuale.